Quando si ama veramente qualcosa, si è disposti ad affrontare tutto e a superare qualsiasi ostacolo per riuscire a percorrere quella strada, senza abbandonarla mai: questo è quello che ha fatto la protagonista della nostra intervista, la pittrice Chiara Magni.
Chiara Magni risiede nelle splendide zone del Lago di Garda, ha 29 anni ed è una donna molto forte e determinata che ha creduto nella sua passione talmente tanto da averla trasformata in lavoro. Chiara Magni è l’unica pittrice italiana che svolge a livello professionale il suo lavoro con il metodo “finger painting”: le sue opere, infatti, vengono realizzate con le dita senza ausilio di pennelli o spatole.
Quadri a olio in stile impressionista, dove colori e personalità emergono, trasmettendo emozioni e raccontando
Chiara Magni
storie uniche e differenti. Chiara Magni si esprime totalmente attraverso le sue opere e oggi è molto richiesta in tutto il mondo, dalla Francia all’America, fino alla Nuova Zelanda.
La sua storia è di grande ispirazione per ogni donna che vorrebbe ma non osa, che potrebbe ma non si fida e continua a seguire una strada che non porta alla sua felicità. Lasciare la sicurezza per essere se stesse: è questo il messaggio che Chiara vuole trasmettere. Qualche rinuncia, molte difficoltà, tantissime insicurezze: tutto ciò, però, l’ha portata a diventare quello che è oggi e, se glielo chiediamo, sicuramente conferma che ne è valsa la pena.
Chiara Magni oggi si racconta a Blog-donna.com, per parlare della sua passione e del suo lavoro, ma anche per raccontare se stessa. Speriamo che da questa chiacchierata ognuna trovi il coraggio di affidarsi al proprio istinto, lottando per tirare fuori il proprio sogno dal cassetto, e cominciare subito a realizzarlo.
LEGGI ANCHE >> LE DONNE ITALIANE IMPORTANTI DEGLI ULTIMI 50 ANNI
A tu per tu con Chiara Magni, finger painter per professione
Chiara, sei nata con la consapevolezza di essere un’artista o è una passione che è emersa nel tempo?
Ci sono sicuramente nata! Mia mamma, a tal proposito, in un recente trasloco ha trovato scatole e scatole di miei vecchi disegni di quando ero bambina. È stato molto bello anche per me ripercorrere quei momenti, cercando di capire cosa avevo in mente e cosa volevo creare.
Comunque ci è voluta molta forza d’animo per coltivare questa passione e per ammettere a me stessa che questa era effettivamente la mia strada. L’arte è molto gratificante ma certe volte può essere straziante, ci si sente non apprezzati o incompresi e veramente l’unico modo per uscirne vivi è cercare di pensare alle cose positive ottenute. Scacciando tutta la negatività si riesce a raggiungere un punto dove l’amore per l’arte e per la creatività è l’unica cosa che conta e magicamente anche il pubblico che ti osserva se ne accorge, ed il gioco è fatto.
Per raggiungere i tuoi obiettivi e vivere grazie a questa passione, a cosa hai dovuto rinunciare e quanto ha influito questo sulla tua vita privata?
Devo ammettere che sono molto fortunata, ho una famiglia davvero speciale che mi supporta e sopporta. Ha sempre compreso le mie stravaganze e la mia ricerca di qualcosa di più e ha fatto tutto il possibile per non darmi mai contro, ma per essere con me al 100%. Sicuramente questa è una attività che richiede impegno e sacrifici. Questo non vale solo per l’arte, ma per qualsiasi cosa che si voglia fare a livello professionale, perciò non mi posso assolutamente lamentare. D’altro canto, non si ottiene niente non facendo niente.
Cosa vuoi esprimere attraverso i tuoi quadri?
Come si può notare, i miei quadri sono molto vivi e colorati, nessuno dei colori che uso è casuale e fanno tutti parte di una combinazione attentamente studiata prima. I miei quadri rappresentano situazioni che riguardano la vita quotidiana di tutti noi, come un tramonto o un cielo stellato, un sensuale nudo di donna o una coppia che si stringe mentre ammira la magia della notte.

Quello che voglio suscitare in chi osserva è l’emozione e la certezza che anche le cose quotidiane hanno un grande valore, quasi magico. La chiave è negli occhi di chi osserva, non in ciò che viene osservato.
Quali sono le tue muse ispiratrici? Cambiano nel tempo o restano immutate?
Io osservo molto, i piccoli dettagli, i colori, come la natura combina le sfumature, … Il cielo sicuramente è qualcosa che mi manda letteralmente in un’altra dimensione; se esci con me e c’è un tramonto particolare o anche delle nuvole che trovo particolarmente affascinanti, mi troverai a bocca aperta e naso in su 😅.
In generale comunque quello che più mi ispira sono le combinazioni di colori; infatti, come dicevo prima, quelle non sono mai date al caso nelle mie opere.
Puoi parlarci della tecnica “Finger Painting” e descriverci in cosa consiste?
Si, il Finger Painting è la tecnica che io uso per i miei quadri. Finger significa dito, perciò tutte le mie opere sono realizzate solamente con le dita, non mi aiuto né con pennelli né con spatole e uso solo pittura ad olio. Con il Finger Painting l’olio viene versato direttamente dal tubetto alla tela appunto tramite le dita, non ci sono diluenti; in questo modo il colore è molto vivo e vibrante ed è ricco di texture. Infatti, puoi toccare i miei quadri e sentire la pittura 3D sotto le tue dita.
Ovviamente prima di andare sopra le righe mi sono dovuta specializzare in tutte le tecniche canoniche, usando spatole, pennelli, acrilico, acquarelli, cera, resine etc etc. Quella che uso è una tecnica nuova e piuttosto sconosciuta, ma io l’ho adottata ormai anni fa e sento che mi sta dando la possibilità di creare le mie opere esattamente in base a come le sogno!
La tua forza e determinazione fanno parte del tuo carattere da sempre o sono emerse nel tempo?
Credo di aver sempre avuto un certo caratterino sin da piccola, c’è che mi definisce testarda e cocciuta e chi ammira e invidia la mia perseveranza e lucidità. Io credo di essere semplicemente una persona che sa quello che vuole e che non ha paura di soffrire per ottenerlo. Sono sicura che raggiungere certi traguardi e vedere le persone felici grazie alla mia arte è ciò che mi appaga di più. Perciò che dire, io sono me stessa sia nel mio passato che nel mio presente, e lo sarò anche nel mio futuro.
Chiara Magni finger painter
Chiara, puoi raccontarci qualche progetto appena nato o che sta per nascere?
Sì, certo. All’attivo ho una collaborazione con un’azienda italiana che stampa la mia arte su Converse, Vans, t-shirt e felpe. Devo dire che è un piacere ricevere le foto di chi possiede questi articoli e sapere che in qualsiasi momento potrei incontrare la mia arte in giro per le città.
Recentemente mi è stato commissionato un lavoro da una giovane coppia che ha scelto me come artista per realizzare un quadro speciale per dare il benvenuto alla primogenita in arrivo. Mi ha davvero lusingato e riempito di gioia sapere che la piccola verrà accolta con l’arte, per di più la mia arte! Il quadro si intitolerà “Future Memories“.
Da questa estate inizierò a fare dei Solo Show: il primo si terrà nella zona di Monza. Inoltre a breve avvierò due importanti lavori (150 x 100 cm), entrambi con dei significati molto particolari. Ma per i dettagli dovrete seguirmi sui miei social!
LEGGI ANCHE >> CONOSCI MUMADVISOR, IL SOCIAL NETWORK DELLE MAMME?
Chi sei quando non dipingi e quali sono le altre tue passioni?
🤣 Mi hai beccata! Lo diresti mai che sono una metallara? 😃 Ovviamente lo sono con un certo decoro. Ormai sono alla soglia dei 30, ma quello che adoro fare è ascoltare musica e andare ai concerti; adoro anche camminare all’aria aperta e osservare quello che c’è intorno a me così da trovare la giusta ispirazione per le mie opere.
Dipinto con le dita
Che dici, ci salutiamo? Ti chiediamo solamente un consiglio per tutte le nostre lettrici che hanno paura di buttarsi cercando di seguire il proprio sogno.
Eh già, può essere difficile inseguire un sogno, soprattutto per gli enormi sacrifici che a volte sono necessari, oltre a tantissimo duro lavoro. E non bisogna neanche mai abbassare la guardia.
Non dobbiamo dimenticare però che le cose non saranno nere per sempre e, se per voi quella cosa è davvero importante, allora vale la pena spingersi oltre al nero e uscire dall’altra parte piena di luce e colori…. E ve lo dice una che di colori se ne intende 😉!
SCOPRI TUTTE LE INTERVISTE DI BLOG-DONNA QUI!

Ti potrebbe anche interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *